twittafb

Dormire poco fa ingrassare: Ecco le 5 ragioni, provate dalla scienza

08-08-2017

Anno dopo anno ti impegni per controllare l’aumento di peso con attività fisica regolare e combattendo contro te stesso per seguire un’alimentazione corretta?! I tuoi sforzi potrebbero essere vani se spesso riposi poco o male...Dormire poco fa ingrassare.  
Ecco i 5 motivi, spiegati alla luce dei più recenti studi clinici. 

Se abitualmente dormi poco: 

1. La produzione di ormoni nel tuo organismo viene alterata: in particolare la carenza di sonno aumenta i livelli di grelina, l’ormone proteico secreto dallo stomaco, capace di indurre la sensazione di fame e inibisce la secrezione di leptina, altro ormone prodotto dal tessuto adiposo bianco, capace invece di stimolare la sensazione di appagamento e sazietà. E’ quanto concluso dallo studio clinico condotto dalla D.ssa Eve Van Cauter, direttore del centro di Medicina del Sonno e del Metabolismo dell’Università di Chicago. 

2. Sei maggiormente predisposto a introdurre circa 300 calorie in più, ogni giorno, derivanti soprattutto da carboidrati e grassi. A confermarlo una ricerca del Dr. Kenneth Wright, direttore del laboratorio del centro di Medicina del Sonno e Cronobiologia dell’Università del Colorado, svolta su pazienti sottoposi a riduzione del sonno per soli 5 giorni. Un lasso di tempo tanto breve è stato sufficiente per portare ad un aumento di peso medio, nei volontari esaminati, di circa 1 kg!

3. Sei indotto a mangiare più per piacere e gratificazione che per fame.  E’ un tipo di fame detta “edonistica” che serve a gratificare la mente prima ancora che a soddisfare un bisogno biologico di cibo ed è attivata dagli endocannabinoidi. La produzione di queste piccole molecole, infatti, aumenta nell’organismo soprattutto durante il pomeriggio, ogni volta che la notte precedente hai dormito poco. Gli endocannabinoidi interagiscono con i recettori del sistema nervoso centrale, responsabili della ricerca del piacere, soprattutto attraverso il cibo, mimando l’effetto sull’appetito di alcune sostanze di abuso come la cannabis. Lo studio è molto recente ed è condotto dalla D.ssa. D. DePorter dell’Università dell’Arizona. 

4. Alteri l’equilibrio delle cellule del tessuto adiposo (il grasso corporeo) e le rendi incapaci di rispondere adeguatamente all’insulina, l’ormone pancreatico essenziale per ridurre lo zucchero nel sangue e mantenerti in salute. Ciò scatena, in presenza di predisposizione, un fenomeno chiamato insulino-resistenza che è alla base dell’insorgenza di obesità e soprattutto diabete di tipo 2. Secondo lo studio della D.ssa Josiane Broussard del Cedar Sinai Medical Center di Los Angeles, una sola notte di sonno perso ha gli stessi effetti sull’insulino-resistenza di 6 mesi di alimentazione scorretta e ricca di grassi!

5. Fai più spuntini nel corso della giornata e soprattutto della notte. Le ore notturne che trascorri sveglio, anziché dormire, infatti, spingono il tuo organismo a richiedere dosi extra di energia che, per le ragioni citate fin qui, derivano principalmente da spuntini e snack molto calorici a base di carboidrati e grassi.

Se sei una neo-mamma o un neo papà ma anche uno studente alle prese con gli esami universitari o un lavoratore turnista, o semplicemente soffri di una malattia del sonno, sei a rischio di aumento di peso dovuto alla deprivazione di sonno

Per evitarlo: 
- Segui le nostre indicazioni su sonno e turnisti.
- Impegnati a mantenere un ritmo sonno veglia il più possibile regolare.
- Scopri e cura eventuali disturbi del sonno.

Dormire bene vuol dire vivere in salute e anche mantenere il giusto peso senza troppa fatica!

Stampa